Finalità
Organigramma
Comitato Scientifico
Statuto
Regioni
Province
Comuni
Associazioni Culturali
Società
Partners
Chi siamo
 
Cenni Storici
Aleramici
Paleologi
Gonzaga
Gonzaga Nevers
Dinastie
Personaggi illustri
Arte
Castelli
Centro di Documentazione
Edifici Religiosi
Enogastronomia
Storia
I Luoghi
Mantova
Museo
Ambiente
European State
Percorsi
Listen
Sezzadio
Itinerari
il Monferrato
 
Fonti
Archivio Monferrato
I nostri Libri
Altri Editori
Edizioni on-line
Pubblicazioni
Bibliografia
Bollettino
Cartografia
Didattica
Chivasso
Casale Monferrato
Mantova
Numismatica
Statuti
Piemonte
Liguria
Lombardia
Territorio
Archivio
 
Programma
Calendario
2017
2016
2015
2014
2013
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
Attività
 
Filmati
Rassegna stampa
Multimedia
 
Contattaci
Biblioteche
Società Storiche
Associazioni
Varie
Indirizzario
HomeAttività 2015
2015

Acqui Terme e i Gonzaga
Alle radici di un'inimicizia di otto secoli
Assemblea Associativa
Beatrice tra sentimento e potere
Casale e il suo territorio nella storia del Monferrato
Caterina, l'altra donna
Champagne Letterario
Comunicare il Monferrato
De honesta voltate et valitudine
Facino Cane Signore di Novi
Facino Cane Signore di Valenza
Facino Cane: condottiero e Signore
Facino Cane: Trent'anni di imprese di un condottiero medievale
Facino e Beatrice Cane: Signori di Mortara
Guglielmo VII Signore di Acqui
Guglielmo VII Signore di Alba
Guglielmo VII Signore di Alessandria
I Protagonisti del Seicento nel Monferrato patrimonio dell'Unesco
I romanzi di Camilla Faà di Bruno
Il cane nero in Val Cerrina
Il Gran Marchese Guglielmo VII
Il Monferrato e il Mantovano
Il profeta disarmato
Incisa al tempo dei Gonzaga
La danza delle stelle e dei pianeti
La duchessa di Mantova e la strega di Broni
La numismatica del Monferrato nelle scuole
La Storia al Castello Nemours
Mantova e Sabbioneta: lo stupore del cibo e del Rinascimento
Mombello dei Monferrato
Moncalvo al tempo dei Gonzaga
Salone Internazionale del Libro
Splendido Patrimonio ad Asti
Storia al Femminile
Storia al Femminile
Storia al Femminile a San Giorgio Monferrato
Storia al Femminile a Vignale
Studenti in visita al Castello di Giarole
Teodoro Paleologo e il suo tempo
Trino e il Monferrato di pianura

Alle radici di un'inimicizia di otto secoli

Galleria fotografica
Rassegna stampa
Alessandria, lunedì 26 ottobre  

Un pubblico da “tutto esaurito” ha affollato la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per partecipare al Convegno Alle radici di un'inimicizia di otto secoli Alessandria e la distruzione di Casale del 1215, iniziativa organizzata con il supporto scientifico del Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato.

A introdurre l’incontro è stato Pier Angelo Taverna, presidente della Fondazione, sono quindi intervenuti come relatori: Roberto Maestri (Presidente - Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato) Prima e dopo l'assedio: origini e conseguenze di un difficile rapporto; Roberto Livraghi (Vice Presidente - Società di Storia Arte e Archeologia per le province di Alessandria e Asti) “Alexandrini oppidum illud dura obsidione presserunt, atque expugnarunt”. Alessandria tra reti podestarili e alleanze intercittadine nel primo quarto del Duecento; Maurizio Calì (Presidente - Associazione Culturale Italia Medievale) 1231 L'assedio di Chivasso; Giorgio Marenco (Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato) “Disfatta da' fondamenti” - L'Assedio di Casale Sant'Evasio.

Il convegno ha offerto un quadro sui rapporti tra i Comuni di Alessandria e di Casale che sono sempre stati al centro di discussioni e, spesso, di fraintendimenti. L’occasione, per riflettere su quanto accaduto nel corso della storia, è stata offerta dal ricordo di un episodio di otto secoli fa: l’assedio e la distruzione del borgo di Casale Sant'Evasio.
L’azione militare – del luglio 1215 - vide coinvolti diversi soggetti: Vercellesi, Alessandrini, Milanesi con l’appoggio dell’esercito del conte Tommaso I di Savoia. L’attacco congiunto provocò la distruzione del borgo e la deportazione degli abitanti.
Il Convegno si è proposto di chiarire le origini dei rapporti politici tra Alessandria e Casale, due comunità che si confrontarono con il potere rappresentato dai Marchesi di Monferrato.
I relatori si sono quindi soffermati sui diversi aspetti collegati all’evento: Maestri ha presentato gli antefatti dell’assedio e le sue conseguenze; Livraghi ha inquadrato la situazione del Comune di Alessandria e il suo ruolo nell’assedio; Calì ha evidenziato il ruolo del Comune di Milano nello scacchiere politico monferrino; Marenco ha avuto il compito di ricostruire – con supporti multimediali - le fasi dell’assedio.

Sede legale e operativa: via Alessandro III n. 38
Sede di Rappresentanza: Palazzo del Monferrato,
via San Lorenzo n. 21 - 15121 Alessandria - Italia

tel. 333.2192322 - fax 01851874424 - c. f. 96039930068
email: info@marchesimonferrato.com

Sito realizzato con il contributo di:
Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria
Powered by XManager.infoweb 2.0 - ^^LineLab.multimedia
Regione Piemonte Fondazione CRT Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria